Benvenuti

Questo blog è uno spazio per aiutarsi a riprendere a pensare da cattolici, cosa che la società moderna sta completamente trascurando se non perseguitando.
Ogni suggerimento e/o contributo in questa direzione è ben gradito.
Affido allo Spirito Santo di Dio, a Maria Santissima, al Sacro Cuore di Gesù e a San Michele Arcangelo questo lavoro di testimonianza e apostolato.
Un caro saluto a tutti e un sentito ringraziamento a chi vorrà contribuire in qualunque modo a questa piccola opera.
Ci alzeremo in piedi ogni volta che la vita umana viene minacciata...Ci alzeremo ogni volta che la sacralità della vita viene attaccata prima della nascita. Ci alzeremo e proclameremo che nessuno ha l'autorità di distruggere la vita non nata...Ci alzeremo quando un bambino viene visto come un peso o solo come un mezzo per soddisfare un'emozione e grideremo che ogni bambino è un dono unico e irripetibile di Dio... Ci alzeremo quando l'istituzione del matrimonio viene abbandonata all'egoismo umano... e affermeremo l'indissolubilità del vincolo coniugale... Ci alzeremo quando il valore della famiglia è minacciato dalle pressioni sociali ed economiche...e riaffermeremo che la famiglia è necessaria non solo per il bene dell'individuo ma anche per quello della società... Ci alzeremo quando la libertà viene usata per dominare i deboli, per dissipare le risorse naturali e l'energia e per negare i bisogni fondamentali alle persone e reclameremo giustizia... Ci alzeremo quando i deboli, gli anziani e i morenti vengono abbandonati in solitudine e proclameremo che essi sono degni di amore, di cura e di rispetto. Giovanni Paolo II

lunedì 25 maggio 2015

Lettera di P. Aldo Trento 20.05.2015 (Interventi 209)

Cari amici se non guardiamo a Cristo come potremmo dire che la vita e´bella?
La foto che vi mando e´di uno dei miei bambini. Era il giorno del mio compleanno e stavo celebrando la messa. Arrivati all'offertorio due bambini portano all'altare il pane e il vino e una educatrice mi porta il piccolo Cesare di due anni ammalato. Lo metto sull'altare dove sto celebrando il sacrificio eucaristico e lo offro al Padre con il pane e il vino. In quel momento sentivo vibrare in me il sacrificio di Gesù. Offrivo Cesare al Padre che lo invio al mondo come suo figlio Gesù per redimerci dei nostri peccati. 
In questi giorni Cesare e´tornato al Padre. Il suo sacrificio in espiazione dei miei e tuoi peccati si è compiuto, quel volto cosi tenero d´improvviso si è fatto freddo quei due occhi bellissimi si sono spenti. La sua povera mamma: "Ero tutto quello che avevo...". 
Perche? Una domanda dura come il granito alla quale ognuno deve rispondere e non girare pagina continuando a vivere borghesemente la nostra vita. Cesare se ne è andato e dietro di Lui ci sono ancora tre bambini che aspettano.
E´un grande dolore e vi giuro che non avessi incontrato Gesù non permetterei a nessuno dire che la vita è bella.
Ogni giorno sono immerso nel dolore.
Oggi abbiamo portato urgentemente in ospedale Gustavo, nove anni solo, ammalato di leucemia e di Aids. E' venuto al mondo con questi due terribili regali.
Perche  "Se non fossi tuo O Gesù sarei una creatura finita". 
Pregate per me perché la croce pesa e i miei occhi hanno bisogno di stare sempre fissi in Gesù Crucifisso e Risorto.
Vi affido i miei bambini spesso vittime dei peggiori abusi.
La nostra preghiera per i bambini del medio oriente e´continua.
P.Aldo
----

Nessun commento:

Posta un commento

Che lo Spirito Santo illumini la tua mente e che Dio ti ricolmi di ogni grazia, spirituale e materiale, e la speciale benedizione materna di Maria scenda su di te..

Lista blog cattolici

LOGO DEL BLOG

LOGO DEL BLOG
inserisci il logo del blog sul tuo blog (anche ridimensionandolo)