Benvenuti

Questo blog è uno spazio per aiutarsi a riprendere a pensare da cattolici, cosa che la società moderna sta completamente trascurando se non perseguitando.
Ogni suggerimento e/o contributo in questa direzione è ben gradito.
Affido allo Spirito Santo di Dio, a Maria Santissima, al Sacro Cuore di Gesù e a San Michele Arcangelo questo lavoro di testimonianza e apostolato.
Un caro saluto a tutti e un sentito ringraziamento a chi vorrà contribuire in qualunque modo a questa piccola opera.
Ci alzeremo in piedi ogni volta che la vita umana viene minacciata...Ci alzeremo ogni volta che la sacralità della vita viene attaccata prima della nascita. Ci alzeremo e proclameremo che nessuno ha l'autorità di distruggere la vita non nata...Ci alzeremo quando un bambino viene visto come un peso o solo come un mezzo per soddisfare un'emozione e grideremo che ogni bambino è un dono unico e irripetibile di Dio... Ci alzeremo quando l'istituzione del matrimonio viene abbandonata all'egoismo umano... e affermeremo l'indissolubilità del vincolo coniugale... Ci alzeremo quando il valore della famiglia è minacciato dalle pressioni sociali ed economiche...e riaffermeremo che la famiglia è necessaria non solo per il bene dell'individuo ma anche per quello della società... Ci alzeremo quando la libertà viene usata per dominare i deboli, per dissipare le risorse naturali e l'energia e per negare i bisogni fondamentali alle persone e reclameremo giustizia... Ci alzeremo quando i deboli, gli anziani e i morenti vengono abbandonati in solitudine e proclameremo che essi sono degni di amore, di cura e di rispetto. Giovanni Paolo II

giovedì 7 febbraio 2013

L’illusione e la delusione (Interventi 158)

Una meditazione di Don Vincenzo Carone:

L’illusione e la delusione sembrano essere diventate il destino di tanti buoni cristiani. Anche se vedi che tutto attorno a te e dentro di te è diventato fallimento, delusione, distruzione dei sogni più ingenui, anche se ti accorgi che la tua vita cristiana ha la caratteristica della inutilità, non perdere mai la speranza. 
Gesù un giorno o l’altro, quando meno te lo aspetti verrà a liberarti ti conforterà e ti parlerà nel cuore. ti dirà che Lui non ha mai deluso nessuno, voleva soltanto verificare la verità della tua fede e la sincerità della tua fedeltà. 
 Le fragilità che ti danno tanta pena non eserciteranno più una forza invincibile contro la tua vita cristiana. persevera nella fede, nella speranza, nel tuo amore misericordioso verso gli altri che non sono peggiori di te. 
Abbi fede, conserva viva la speranza e il Signore un giorno verrà per il mondo, per la Chiesa e anche per te. Tiene sempre presente questo principio che viene dall'esperienza secolare della Chiesa: Dio lascia fare, ma non lascia mai strafare. Gesù non si è dimenticato delle sue preghiere e delle sue sofferenze, non si è dimenticato delle lacrime amare di sua Mamma, non si è dimenticato del martirio e della vita santa di tanti nella Chiesa. 
Credi che Lui molto più di te desidera venire nel mondo, lo farà soltanto quando arriverà il tempo opportuno. Il re Dario, dopo che Dio liberò Daniele ha mandato un’ordinanza a tutto l’impero dei Medi e dei Persiani che bisogna adorare il Dio di Daniele per servire a Lui solo. 
È arrivato il tempo in cui il materialismo, l’edonismo e il relativismo stanno crollando paurosamente, questo è il tempo in cui si sta avverando una profezia di Padre Pio. 
Gli chiesero perché Dio non punisce l’umanità, egli rispose: viviamo in un’epoca in cui la malvagità distruggerà se stessa. Gli uomini e le donne di tutto il mondo devono capire che senza Dio realizzano soltanto disastri, dolore e angoscia, senza Dio il benessere è diventato la fonte delle più atroci ingiustizie, delle sofferenze più grandi e del fallimento totale della famiglia e della società. 
Quando la tragedia della crisi si sarà consumata gli uomini e le donne apriranno gli occhi e capiranno che con il culto del danaro e della sessualità non si va da nessuna parte. Cominceranno ad adorare il vero Dio. 
Il primato dell’Ego, del mondo con le sue concupiscenze, gli stimoli per emozioni forti non solo nelle scelte politiche, ma anche nella scelta della religiosità si dissolveranno nel nulla dal quale sono venuti fino a noi. 
Gli uomini e le donne capiranno che hanno amato e seguito le illusioni di una vita felice e libera da ogni remora morale, le illusioni di una vita felice sono diventate la distruzione di tutto quello che si è voluto realizzare in questo ultimi 60 anni. 
Torneranno ad adorare il vero Dio, non attraverso un castigo che può venire dal Cielo, ma dalla esperienza della tragedia del peccato e della mancanza della verità solida del Vangelo. 
Torneranno a conoscere la parola di Cristo e la Chiesa tornerà ad essere il luogo della evangelizzazione e della speranza. 
Capiranno che il nostro Dio non è il Dio della distruzione del mondo, ma il Dio della gioia, non è un Dio che sta lassù nel Cielo, è un Dio vicino e tanto umile da voler abitare nel nostro cuore, allora saremo figli della gioia e la Chiesa sarà la famiglia della gioia per la salvezza eterna. se tu vinci tutte le tentazioni dell’orgoglio e della carne e non hai la gioia di aver trovato il tuo Dio, tu non hai vinto nulla. 
Vincere gioiosamente satana vuol dire amare veramente Dio e la propria vocazione cristiana.
-----

Nessun commento:

Posta un commento

Che lo Spirito Santo illumini la tua mente e che Dio ti ricolmi di ogni grazia, spirituale e materiale, e la speciale benedizione materna di Maria scenda su di te..

Lista blog cattolici

LOGO DEL BLOG

LOGO DEL BLOG
inserisci il logo del blog sul tuo blog (anche ridimensionandolo)