Benvenuti

Questo blog è uno spazio per aiutarsi a riprendere a pensare da cattolici, cosa che la società moderna sta completamente trascurando se non perseguitando.
Ogni suggerimento e/o contributo in questa direzione è ben gradito.
Affido allo Spirito Santo di Dio, a Maria Santissima, al Sacro Cuore di Gesù e a San Michele Arcangelo questo lavoro di testimonianza e apostolato.
Un caro saluto a tutti e un sentito ringraziamento a chi vorrà contribuire in qualunque modo a questa piccola opera.
Ci alzeremo in piedi ogni volta che la vita umana viene minacciata...Ci alzeremo ogni volta che la sacralità della vita viene attaccata prima della nascita. Ci alzeremo e proclameremo che nessuno ha l'autorità di distruggere la vita non nata...Ci alzeremo quando un bambino viene visto come un peso o solo come un mezzo per soddisfare un'emozione e grideremo che ogni bambino è un dono unico e irripetibile di Dio... Ci alzeremo quando l'istituzione del matrimonio viene abbandonata all'egoismo umano... e affermeremo l'indissolubilità del vincolo coniugale... Ci alzeremo quando il valore della famiglia è minacciato dalle pressioni sociali ed economiche...e riaffermeremo che la famiglia è necessaria non solo per il bene dell'individuo ma anche per quello della società... Ci alzeremo quando la libertà viene usata per dominare i deboli, per dissipare le risorse naturali e l'energia e per negare i bisogni fondamentali alle persone e reclameremo giustizia... Ci alzeremo quando i deboli, gli anziani e i morenti vengono abbandonati in solitudine e proclameremo che essi sono degni di amore, di cura e di rispetto. Giovanni Paolo II

lunedì 6 maggio 2013

I criceti (Interventi 167)

Nuovo intervento di don Luciano dal Kenia : 

I criceti sono animali che i bambini amano molto, sono divertenti - e estremamente prevedibili. Almeno lo era quello che aveva un mio compagno di classe. Aveva piazzato la gabbia all'entrata di casa, e ogni volta che andavo dal mio amico, il suo criceto stava quasi sempre facendo la stessa cosa - correre sulla ruota girevole. Era là, su quella ruota cigolante, che sgambettava felice. Tornavi nel pomeriggio - ed era ancora su quella ruota girevole. A consumare un mucchio di energie senza andare da nessuna parte! 
Anche tra chi crede in Dio c'è una categoria speciale di persone - i cristiani super-impegnati. Molti dei quali sono, a loro insaputa, dei criceti spirituali - sgambettano veloci sulla loro ruota, ma spesso non concludendo nulla. Perché stanno facendo un mucchio di cose giuste ...per un mucchio di motivi sbagliati. 
Nella Bibbia c'è scritto a chiare lettere l'unico vero motivo per cui si dovrebbe servire Dio. E' in quel passo del Vangelo dove Gesù fa a Pietro probabilmente la domanda più importante che abbia mai fatto. Dopo che Pietro lo ha tradito tre volte, Gesù risorto lo chiama da parte per un confronto da uomo a uomo. Sta scritto in Giovanni 21, a partire dal versetto 15. Ecco qui la domanda. 
«Quand'ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: "Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?". Gli rispose: "Certo, Signore, tu lo sai che ti amo". Gli disse: "Pasci i miei agnelli". Gli disse di nuovo: "Simone di Giovanni, mi ami?". Gli rispose: "Certo, Signore, tu lo sai che ti amo". Gli disse: "Pasci le mie pecorelle". Gli disse per la terza volta: "Simone di Giovanni, mi ami?". Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli dicesse: Mi ami?, e gli disse: "Signore, tu sai tutto; tu sai che ti amo". Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecorelle». 
Gesù non gli ha chiesto: "Perché mi hai tradito?", e neanche: "Mi servirai fino all'esaurimento?". Tutto quello che ha voluto sapere è stato - «Mi ami?» e questo è tutto quello che vuole sapere da te - Lo ami? Nota bene come la missione che gli affida: «Pasci le mie pecorelle», viene solo dopo che Gesù è sicuro - e anche Pietro è sicuro - che lo sta facendo per amore. 
Il che porta a una inevitabile domanda a riguardo del tuo servizio al Signore - per che ragioni lo fai? Risposta: Ovvio per amore! Domanda: Allora perché ti trovi esaurito e disilluso? 
Di fatto ci sono almeno tre ragioni per cui facciamo tante belle cose cristiane - senso del dovere... gratificazione... o amore. Le prime due non contano nulla. Forse stai servendo il Signore per senso del dovere - educazione ricevuta, o il sentirti a posto dentro, o tutto quello che ti pare. Così alla fine ti ritrovi facilmente frustrato, spesso vuoto, e magari anche stressato. Non ti pare di essere un criceto spirituale? Sei come Marta, fedelissimo nelle tue responsabilità, ma stai trascurando la tua relazione con il Signore. E il rapporto con Gesù è l'unica maniera per far fronte alle proprie responsabilità. 
O forse fai tante belle cose per gratificarti. Criceto spirituale? Parlano bene di te, ti stimano, ti senti considerato. Stai rubando la gloria - usando quello che dovrebbe dar gloria a Dio per dirottarla su di te. Servire il Signore per senso del dovere o per gratificazione ti farà inevitabilmente sentire vuoto, insoddisfatto, stanco, frustrato. Invece sei chiamato a farlo perché straripi di amore per Gesù. 
Forse in passato lo facevi, traboccavi davvero di amore per Lui. Ma ora invece quello che dovrebbe essere per te una gioia sta diventando la ruota del criceto. Forse è tempo che tu ti dica: "Gesù, ti chiedo perdono per fare le cose giuste con le motivazione sbagliate. Voglio usare il tempo che ho ancora davanti a me per crescere in intimità con Te e per innamorarmi ancora una volta di Te". Se ti re-innamori di Gesù, anche il tuo servizio a Lui diventa amabile. E la gente se ne accorge. Tutto per Lui, e solo per Lui! E non importa che risultati si ottengono... se gli altri se ne accorgono a no - perché ti basta piacere a Lui. 
Più una cosa la fai per te stesso, più diventa miserabile. Più la fai per Lui, più diventa amabile! 
Vi accompagno con la preghiera, sempre con riconoscenza e affetto 
don Luciano
----

Nessun commento:

Posta un commento

Che lo Spirito Santo illumini la tua mente e che Dio ti ricolmi di ogni grazia, spirituale e materiale, e la speciale benedizione materna di Maria scenda su di te..

Lista blog cattolici

LOGO DEL BLOG

LOGO DEL BLOG
inserisci il logo del blog sul tuo blog (anche ridimensionandolo)