Benvenuti

Questo blog è uno spazio per aiutarsi a riprendere a pensare da cattolici, cosa che la società moderna sta completamente trascurando se non perseguitando.
Ogni suggerimento e/o contributo in questa direzione è ben gradito.
Affido allo Spirito Santo di Dio, a Maria Santissima, al Sacro Cuore di Gesù e a San Michele Arcangelo questo lavoro di testimonianza e apostolato.
Un caro saluto a tutti e un sentito ringraziamento a chi vorrà contribuire in qualunque modo a questa piccola opera.
Ci alzeremo in piedi ogni volta che la vita umana viene minacciata...Ci alzeremo ogni volta che la sacralità della vita viene attaccata prima della nascita. Ci alzeremo e proclameremo che nessuno ha l'autorità di distruggere la vita non nata...Ci alzeremo quando un bambino viene visto come un peso o solo come un mezzo per soddisfare un'emozione e grideremo che ogni bambino è un dono unico e irripetibile di Dio... Ci alzeremo quando l'istituzione del matrimonio viene abbandonata all'egoismo umano... e affermeremo l'indissolubilità del vincolo coniugale... Ci alzeremo quando il valore della famiglia è minacciato dalle pressioni sociali ed economiche...e riaffermeremo che la famiglia è necessaria non solo per il bene dell'individuo ma anche per quello della società... Ci alzeremo quando la libertà viene usata per dominare i deboli, per dissipare le risorse naturali e l'energia e per negare i bisogni fondamentali alle persone e reclameremo giustizia... Ci alzeremo quando i deboli, gli anziani e i morenti vengono abbandonati in solitudine e proclameremo che essi sono degni di amore, di cura e di rispetto. Giovanni Paolo II

venerdì 7 gennaio 2011

Due commenti, un'amica (Interventi 67)

Ho ricevuto due commenti dalla stessa persona, l'amica Annarosa (di lei a parte il nome non so nulla), a due recenti post, quello sull'Angelus del giorno dell'Epifania e quello del discorso del Santo Padre sulla libertà religiosa. Ve li riporto come sollecitazione a fare anche voi altri interventi:

commento al post "Il dialogo è sempre da preferire..."

Sto leggendo con molto interesse il libro di Papa Benedetto XVI che trovo molto interessante e di pregevole lettura. Molti sono gli argomenti che mi hanno colpito nel suo dialogo-risposta ed in special modo i capitoli 5.Dittatura del relativismo e il 17.Gesù Cristo ritorna.
In una società dove anche la presenza di Gesù storico viene messa in discussione ritenendola tutta una "favola", avere in mano una testimonianza così autorevole è davvero una grazia del Cielo.
Infatti "la bella favola" che Gesù è venuto a comunicare al genere umano è quanto di più stupendo e affascinante possa vivere una persona.
A Dio la gloria.
§§§§§§§§§§§§§§
commento al post "Epifania (Angelus 3)":

Le feste quindi, sono quasi finite. L'Epifania le porta tutte via. Ma il nostro cuore deve sempre rimanere in festa per la presenza costante e viva di Gesù Salvatore nella nostra vita.
Il Santo Padre è il Faro di luce che rischiara il cammino nella notte delle tenebre che sembrano avanzare, in un mondo senza pace e senza Dio.
Noi cristiani alziamo alta la voce nel testimoniare che Cristo Gesù è il Salvatore e Signore del mondo e che senza di Lui c'è solo tenebre e sgomento.
Viva Gesù, il nostro Salvatore Redentore del genere umano che ha donato e portato sulla Terra la vera gioia e il trionfo vero dell'Amore.
Grazie cristiani, che non vi fate intimorire dai nuovi Erode, che vorrebbero uccidere, non solo i Bambini, ma la stessa Idea, suprema di Dio.
Viva Dio, Viva Maria la Madre Sua.
#########################
La nostra amica è andata molto vicina alla verità storica con la sua frase finale su Erode, e comunque testimonia un forte amore a Gesù che è la caratteristica prima e fondamentale del cristiano.
E noi amiamo Gesù più di ogni altro?
---

Nessun commento:

Posta un commento

Che lo Spirito Santo illumini la tua mente e che Dio ti ricolmi di ogni grazia, spirituale e materiale, e la speciale benedizione materna di Maria scenda su di te..

Lista blog cattolici

LOGO DEL BLOG

LOGO DEL BLOG
inserisci il logo del blog sul tuo blog (anche ridimensionandolo)