Benvenuti

Questo blog è uno spazio per aiutarsi a riprendere a pensare da cattolici, cosa che la società moderna sta completamente trascurando se non perseguitando.
Ogni suggerimento e/o contributo in questa direzione è ben gradito.
Affido allo Spirito Santo di Dio, a Maria Santissima, al Sacro Cuore di Gesù e a San Michele Arcangelo questo lavoro di testimonianza e apostolato.
Un caro saluto a tutti e un sentito ringraziamento a chi vorrà contribuire in qualunque modo a questa piccola opera.
Ci alzeremo in piedi ogni volta che la vita umana viene minacciata...Ci alzeremo ogni volta che la sacralità della vita viene attaccata prima della nascita. Ci alzeremo e proclameremo che nessuno ha l'autorità di distruggere la vita non nata...Ci alzeremo quando un bambino viene visto come un peso o solo come un mezzo per soddisfare un'emozione e grideremo che ogni bambino è un dono unico e irripetibile di Dio... Ci alzeremo quando l'istituzione del matrimonio viene abbandonata all'egoismo umano... e affermeremo l'indissolubilità del vincolo coniugale... Ci alzeremo quando il valore della famiglia è minacciato dalle pressioni sociali ed economiche...e riaffermeremo che la famiglia è necessaria non solo per il bene dell'individuo ma anche per quello della società... Ci alzeremo quando la libertà viene usata per dominare i deboli, per dissipare le risorse naturali e l'energia e per negare i bisogni fondamentali alle persone e reclameremo giustizia... Ci alzeremo quando i deboli, gli anziani e i morenti vengono abbandonati in solitudine e proclameremo che essi sono degni di amore, di cura e di rispetto. Giovanni Paolo II

sabato 3 luglio 2010

Riflessione sui due ultimi interventi (Post 97)

Ho appena pubblicato un secondo post che proviene da un “fu blog” di una persona amica. Il compianto blog ha cessato di essere aggiornato nel 2007 e a nulla sono serviti i recenti tentativi di rianimazione.
Ogni tentato accesso al suo interno è miseramente fallito.
Allora dopo aver terso l’ultima lacrima che l’evento aveva suscitato la persona amica si è rivolta a me che ho pensato di utilizzare l’arte che mi è più congeniale: il copia – incolla per riportare in superficie i testi di qualche anno fa ma ancora attuali. Mi sono stati anche promessi post freschi da inserire e potete star certi che una volta ricevuti non li farò invecchiare nel mio pc.

Sono testi, quelli pubblicati, di una persona in ricerca, in cammino verso una meta.
Di una persona che ha la certezza che, al di là di tutto il male di cui la nostra dimenticanza di Dio o il mondo può essere capace, la misericordia e la potenza di Dio ha sicuramente l’ultima risposta.
****
Il punto non è essere buoni, avere la capacità e la forza di esserlo. Il punto è abbandonarsi al paterno abbraccio di Dio, affidarsi a Lui, riconoscere il Suo amore a noi uomini, alla nostra umanità. Riconoscerlo e iniziare a ricambiarlo. Quello che muove l’uomo è un’affezione.
Non è la volontà di non fare il male a doverci guidare ma il desiderio di amare Gesù e di imitarlo.
Di fronte al dilagare del male e dell’odio alla Chiesa, di fronte all’evidente attacco di satana al mondo e all’uomo, la sola “strategia” è quella stessa di Cristo.
“Lui non si è fermato a biasimare il male del suo tempo. Ha fatto un’altra cosa. Ha fatto il cristianesimo.” (citazione a memoria di un brano di Charles Peguy)
Noi dobbiamo farci seguaci e imitatori di Cristo, farci figli di Maria Immacolata che maternamente vuole condurci al suo Divin Figlio.
Noi non siamo bravi e coerenti (il più coerente dei discepoli di Gesù era Giuda e non ha fatto una bella fine), noi siamo impulsivi e paurosi, come Pietro, reagiamo spesso d’istinto e ci siamo a volte vergognati di testimoniare Cristo. Ma Lo amiamo e quindi siamo rigenerati dalla Sua misericordia.
Per cui, seguendo più il nostro amore a Cristo che la nostra pretesa e immaginata bravura, facciamoci Suoi testimoni, chiediamo allo Spirito Santo di guidarci e sorreggerci, a Maria di accompagnarci. E la paura e confusione che adesso oscurano le nostre giornate diventeranno compassione e certezza.
C’è un mondo impazzito e smarrito che attende solo testimoni suadenti di una misericordia che ha scordato. Un’umanità da abbracciare nel suo bisogno di significato e di pienezza. E non può essere sempre qualche altro a doverlo fare.
Il nostro pezzo di lavoro non può essere delegato, qualcuno potrebbe perdersi per la nostra apatia.
Buon lavoro e buona preghiera a tutti.
---

3 commenti:

  1. Bellissime considerazioni!!! Grazie Gianandrea..

    RispondiElimina
  2. Il male sembra proprio trionfare sul bene. Noto però con sorpresa, ma fino a un certo punto, che Dio sa salvarci da situazioni molto difficili come quella di una persona entrata nella massoneria dove insegnano cose opposte alla fede cristiana. Gli esempi possono essere tanti quanti siamo noi. Mi va di citare la conversione di quella ragazza che entrò a far parte di una setta satanica e che stava per uccidere la fondatrice di Nuovi Orizzonti (mi pare fosse questo il nome dell' associazione) e che fu "salvata" dall' abbraccio di quella che doveva essere la sua vittima. Ha scritto un libro firmato con il nome di Michela.
    SG

    RispondiElimina
  3. Finchè ci sarà sulla terra un manipolo di uomini, anche peccatori, ma desiderosi di seguire e amare Cristo, questi uomini saranno la concreta possibilità di salvezza del mondo e Dio non abbandonerà l'umanità.

    RispondiElimina

Che lo Spirito Santo illumini la tua mente e che Dio ti ricolmi di ogni grazia, spirituale e materiale, e la speciale benedizione materna di Maria scenda su di te..

Lista blog cattolici

LOGO DEL BLOG

LOGO DEL BLOG
inserisci il logo del blog sul tuo blog (anche ridimensionandolo)