Benvenuti

Questo blog è uno spazio per aiutarsi a riprendere a pensare da cattolici, cosa che la società moderna sta completamente trascurando se non perseguitando.
Ogni suggerimento e/o contributo in questa direzione è ben gradito.
Affido allo Spirito Santo di Dio, a Maria Santissima, al Sacro Cuore di Gesù e a San Michele Arcangelo questo lavoro di testimonianza e apostolato.
Un caro saluto a tutti e un sentito ringraziamento a chi vorrà contribuire in qualunque modo a questa piccola opera.
Ci alzeremo in piedi ogni volta che la vita umana viene minacciata...Ci alzeremo ogni volta che la sacralità della vita viene attaccata prima della nascita. Ci alzeremo e proclameremo che nessuno ha l'autorità di distruggere la vita non nata...Ci alzeremo quando un bambino viene visto come un peso o solo come un mezzo per soddisfare un'emozione e grideremo che ogni bambino è un dono unico e irripetibile di Dio... Ci alzeremo quando l'istituzione del matrimonio viene abbandonata all'egoismo umano... e affermeremo l'indissolubilità del vincolo coniugale... Ci alzeremo quando il valore della famiglia è minacciato dalle pressioni sociali ed economiche...e riaffermeremo che la famiglia è necessaria non solo per il bene dell'individuo ma anche per quello della società... Ci alzeremo quando la libertà viene usata per dominare i deboli, per dissipare le risorse naturali e l'energia e per negare i bisogni fondamentali alle persone e reclameremo giustizia... Ci alzeremo quando i deboli, gli anziani e i morenti vengono abbandonati in solitudine e proclameremo che essi sono degni di amore, di cura e di rispetto. Giovanni Paolo II

sabato 26 giugno 2010

Terzo di due (Post 95)

Torno ancora sull'argomento con questo ulteriore post in cui riporto le reazioni del post precedente sull'opposizione del vescovo di Cordova a concedere la Cattedrale ai mussulmani.
La reazione è stata particolarmente accesa sul gruppo di Facebook, dove qualcuno si è scagliato con veemenza a difesa dell'islam. Personalmente ho le mie idee ed in virtù di questo rispetto quelle degli altri.
Ma non accetto che si usino violenza verbale e maleducazione per esprimere le proprie idee.
Comunque ho già parlato molto nel gruppo di questo e non voglio ripetermi. In questo blog vorrei tentare di costruire e indicare un positivo e non fermarmi su ciò che è negativo.

Intanto una cosa molto positiva è il commento di Ana Maria la nostra amica argentina:
poreso no me canso de desirles a todos tenemos que seguir orando mucho mas por la iglesia y por el papa benedicto por los sarcedotes y por las religiosas para que tengamos una fe muy fuerte y firme para ser ejercito de cristo jesus orar hasta no caer orar hasta en todo los momento de dia y de la noche porque el rey de reyes pide que oremos la virgen maria vine siempre a pedir oremos el santo tosario por la convercion del mindo entero porque ella con sus pis aplasto la cabesa de satanas tenemos que orar todo momento y el rosario de la presiosisima sangre de crito y adoracion al santisimo ir amisa comulgar yconfesar y adirar acristo millones de gracias mi amado jesus paz y bien en amor de cristo jesus

Considerando che non sono portato per le lingue ho dovuto faticare un po' per tradurre il testo, ma credo di essere andato molto vicino al vero con questa mia versione (le due parole fra parentesi servono a mio avviso a comprendere meglio il testo). Se però uno può fornire una versione che mi fa capire essere più vera non ho problemi a correggermi. Questa dunque la versione italiana (secondo me):

per questo non mi stanco di dirlo a tutti: dobbiamo continuare a pregare molto per la chiesa e il papa benedetto. Per i sacerdoti e le suore che abbiano una fede forte e solida per essere esercito di Cristo Gesù. Pregare di non cadere (in tentazione) pregare giorno e notte, tutto il tempo perché il re dei re ci invita a pregare, la Vergine Maria è venuta a chiedere sempre che noi preghiamo il Santo Rosario per la conversione del mondo intero affinché Ella schiacci la testa a satana. Dobbiamo pregare ogni momento il Rosario, invocare il Preziosissimo Sangue di Cristo, adorare il Santissimo (Sacramento) praticare la Comunione e la Confessione. Aggiungere milioni di grazie al mio amato Gesù. Pace e bene nel nome di Cristo Gesù.

E già questo sarebbe un ottimo post.. La preghiera dovrebbe essere la base della vita di ogni cristiano.

Ma ecco in sequenza i commenti arrivati:
un anonimo autore dice:
Io sono pienamente d'accordo con il fatto ke il vescovo di Cordova non abbia concesso la cattedrale ai mussulmani per pregare.Sono due religioni molto diverse, come noi rispettiamo la loro cultura e la loro religione anche loro dovrebbero fare lo stesso. Buona giornata! (temo sia una pia illusione, ma spero di sbagliarmi)

Moira dice:
Non vedo il motivo per il quale il vescovo avrebbe dovuto concedere loro di pregare in una chiesa cristiana. Capisco invece benissimo l'intento di quei musulmani. Come ben si sa, secondo il Corano, una volta che un musulmano si "impadronisce" di un luogo di culto, quest'ultimo diviene automaticamente ed esclusivamente islamico. Del resto, i musulmani pregano molto spesso nelle propie case e all'aperto, rivolti verso la mecca no? Quindi che continuino a radunarsi nei propri luoghi di culto. E per chi non avesse capito la metafora della spada, visto che Gesù era mite ed umile di cuore, il secco No del vescovo è la "spada". Non tiriamoci mai indietro quando si tratta di avere il coraggio di difendere la cristianità, altrimento saremmo dei voltagabbana verso Ns. Signore.
Viva Gesù, Re dell'Universo! (è scritto che "chi mi rinnega di fronte agli uomini, io lo rinnegherò davanti al Padre Mio", pensiamoci prima di lasciare indifeso il Signore nostro Gesù Cristo)

un "anonimo" che si firma dice:
Concordo assolutamente con la scelta del vescovo. Queste cose accadono da quando si considera l'islam una religione di pace. In effetti l'islam è una religione dittatoriale,proprio per questo è più pericoloso. C'è differenza tra cristianesimo e islam,proprio perchè il primo è vita in Colui che è la Vita,il secondo è "terra nella terra". Mentre il cristiano sa di dover rinascere dall'alto in Colui che viene dall'Alto, l'islamico nasce dalla terra pensando di raggiungere il cielo. E' una religione esclusivamente umana. Pertanto bisogna finirla con queste aperture sproporzionate,anche da parte della Chiesa e che rischiano di "viziare" i musulmani,che mirano,"per fede" ad una forma di supremazia,calpestando i diritti del "vicino e del lontano". andrea
(a me interessa la promessa di pienezza che è presente nel cristianesimo, e che non vedo altrove. Questo mi basta.)
§§
A voi la parola anche se, preannuncio, non ci sarà un ulteriore post sull'argomento, almeno in tempi brevi, vorrei potermi dedicare anche ad altri argomenti.
-----

3 commenti:

  1. Carissimo,
    io sono pienamente d'accordo con te.
    Mescolare due cose diverse come cattolicesimo ed islamismo, significa fare "relativismo", quello contro cui tanto tuona il Santo Padre.
    Non è questione di essere intolleranti verso nessuno, ma anzi, di essere fortemente rispettosi di tutti, prima di tutto dei cattolici, che devono avere il loro luogo di culto che non sia "prestato" come se fosse un palcoscenico di teatro, da affittare alle varie compagnie....
    secondariamente, penso sia una forma di rispetto anche verso gli islamici, che possono trovarsi un luogo di culto da dedicare esclusivamente alla loro pratica religiosa, senza doverlo condividere con altri.
    A me gli "esperimenti miscelativi" non sono mai piaciuti, la Chiesa è la CASA DI DIO, realmente presente nel Tabernacolo, anche ammesso che non ci fosse LUI (che so, Chiesa momentaneamente inagibile o da ristrutturarsi), finchè non viene ESPLICITAMENTE dismessa dal suo uso...è CASA DI DIO.
    Sono felice che il Vescovo abbia avuto il coraggio di dire "no". Non è questione di fare gli "spocchiosi" o semplicemente gli oltranzisti, ma di ricordare che lo spazio destinato al nostro culto è SACRO, inutile pensare (come alcuni fanno), che si possano mescolare tante cose insieme....
    scusate se azzardo un paragone estremo: se applicassimo il ragionamento dello "scambio" di luogo di culto, allora il marito potrebbe "prestare" la moglie all'amico, perché tanto, le presta solo il corpo?
    O viceversa!
    E no, come non si possono consentire cose del genere, in un matrimonio fra persone (e il matrimonio, per un cristiano è simbolo delle nozze fra la Chiesa e l'Agnello), allo stesso modo, non si può credere che un "prestito" di Chiesa sia da attuarsi in maniera indifferente.... non darebbe la giusta misura della "pertinenza esclusiva" di quel luogo (consacrato, ospitante Nostro Signore, con precisi connotati architettonici-artistici-liturgici) alla nostra fede.
    Pensare di "offrire" temporaneamente la Chiesa senza svilire la sua appartenenza esclusiva a Cristo (e quindi la nostra identità di cattolici), è ragionare in maniera tale da arrivare appunto al relativismo, in cui mescoliamo tante carte diverse, senza renderci conto, sebbene in tante religioni ci sia qualcosa che conduce a Dio, ognuna ha la sua "identità" e per un cattolico, solo il Cristianesimo conduce totalmente alla Verità intera.

    Buona giornata e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. Cara Maria, ti ringrazio profondamente per questo commento che chiarisce in modo esemplare la situazione. Direi che sono d'accordo con te al 101%. Per quanto mi riguarda, come ho già detto, l'argomento è chiuso e non mi pare il caso di doverne parlare ancora (ci sono tante altre cose di cui discutere). Ancora grazie per le tue parole. Auguro a te e a tutti un sereno fine settimana.

    RispondiElimina
  3. Bhè, se lo dici tu (al 101%), posso star tranquilla, visto che di conti te ne intendi;)

    Ancora un caro saluto

    RispondiElimina

Che lo Spirito Santo illumini la tua mente e che Dio ti ricolmi di ogni grazia, spirituale e materiale, e la speciale benedizione materna di Maria scenda su di te..

Lista blog cattolici

LOGO DEL BLOG

LOGO DEL BLOG
inserisci il logo del blog sul tuo blog (anche ridimensionandolo)